L’incontro richiesto al Mise dalle OO.SS. Filctem, Femca e Uiltec lo scorso 7 dicembre per discutere della situazione di Treofan, è stato disdetto dal Gruppo Jindal e rinviato ad una data non prevista prima di fine Gennaio 2019, con una nota inviata al Ministero che oltre a rinviare l’incontro avanza altre pesanti e preoccupanti considerazioni sul futuro del Gruppo. La nota aziendale parla di “una situazione di evidente criticità causata dal mercato estremamente competitivo sui prezzi e caratterizzato da una significativa sovracapacità produttiva”.

A dirlo sono i sindacati nazionali e territoriali che criticando l’atteggiamento dei due presidenti dei CdA Jindal e Treofan, ricordano come la situazione preoccupi oltremodo lavoratori e sindacati, già scossi dalla notizia di dimissioni di una parte del CdA di Treofan. “Al momento – spiegano i sindacati di categoria – non ci sono certezze sulle attività produttive, soprattutto per le prospettive dello stabilimento di Battipaglia per il quale non ci sarebbero date calendarizzate sulla ripresa delle attività produttive”.

Le organizzazioni sindacali annunciano che “in mancanza di risposte, si continuerà con lo stato di agitazione e con iniziative di lotta che saranno caratterizzate a livello locale”.