Con oltre 1.500 ricoveri in nove anni, in aggiunta ad una “importante” attività specialistica ambulatoriale, la Riabilitazione cardiologica del presidio ospedaliero di Amelia, consolida un ruolo di primo piano nella sanità regionale e si proietta a diventare sempre più un polo di attrazione per l’utenza extraregionale. Lo sottolinea l’Usl Umbria 2.

Attivata nell’aprile del 2009, con nove posti letto, è di fatto – si spiega una nota della stessa Unità sanitaria locali – l’unica riabilitazione cardiologica intensiva di degenza presente nel territorio regionale e fornisce prestazioni di alta specializzazione a pazienti sottoposti ad intervento cardiochirurgico o reduci da un episodio cardiaco acuto, come ad esempio l’infarto del miocardio, favorendo un notevole miglioramento della qualità di vita e restituendo loro, compatibilmente con la patologia, una condizione sociale, affettiva, lavorativa, il più possibile normale.