Ha preso il via nello stabilimento di Nera Montoro l’attività di Numanova, società del gruppo Italeaf specializzata nella produzione di polveri metalliche utilizzate come materia prima nella fabbricazione additiva.

E’ infatti in corso di completamento – spiega l’azienda – la prima commessa di produzione di polveri in titanio grado 23 per applicazioni speciali nel settore aeronautico e spaziale e per la stampa 3D, che sarà consegnata ad un trader specializzato per la commercializzazione finale. Si tratta di una produzione innovativa che utilizza l’Argon in fusione per gas-atomizzazione, per la produzione e la lavorazione delle polveri metalliche di altissima qualità.

“Con le prime colate a regime svolte nello stabilimento di Nera Montoro – si legge in una nota dell’azienda – entra in funzione l’impianto Eiga (Electrode induction-melting inert gas atomization), che consente un processo avanzato per la produzione di polveri metalliche da leghe di titanio, alluminio, materiali refrattari, ceramici e leghe preziose per applicazioni speciali e manifattura additiva. Numanova dispone della più avanzata e robusta tecnologia di gas atomizzazione per la produzione di polveri metalliche presente oggi sul mercato internazionale, basata (a regime) su due impianti con produttività installata fino a 800t/anno”.

Il processo consiste nella polverizzazione in finissime goccioline di un flusso controllato di metallo fuso, grazie ad un getto di Argon ad alta pressione. Solidificandosi, le goccioline formano una polvere micrometrica altamente sferica. A partire da queste leghe in polvere, dopo un attento e rigoroso processo di vagliatura, certificazione e qualifica del proprio prodotto, Numanova è in grado di fornire al mercato una vasta gamma di polveri metalliche per la fabbricazione additiva di parti con geometrie complesse dotate di nuove funzionalità, ad esempio, per la fabbricazione di protesi per biomedicale, di componenti turbina nel settore aeronautico ed energetico, nell’industria del lusso.