È stato firmato l’accordo che formalizza la scelta della società Tapojärvi Oy alla guida del progetto di recupero delle scorie di acciaieria lanciato da Acciai Speciali Terni.

Tapojärvi Oy è un’azienda finlandese specializzata in servizi minerari, processi industriali e movimentazione di materiali. Tra i suoi principali obiettivi, l’impegno nello sviluppo dell’economia circolare e la ricerca di nuovi metodi per il riutilizzo dei materiali provenienti dalle lavorazioni in acciaieria. Con la sottoscrizione di questo accordo inizia un percorso lungo e impegnativo, che candida Terni a divenire un polo d’eccellenza nello smaltimento delle scorie e un sito manifatturiero che si propone di raggiungere, nel giro dei prossimi anni, un obiettivo ambizioso: rifiuti zero. Le scorie, una volta trattate, assumeranno le caratteristiche meccaniche e prestazionali di materiali quali la ghiaia e la sabbia, recheranno la marcatura CE e potranno essere usate in alternativa ai materiali naturali per la costruzione di sottofondi stradali, oppure inglobati in una matrice bituminosa o cementizia per produrre calcestruzzi o asfalti. Il progetto permetterà di aumentare il recupero dei residui generati dal processo siderurgico, primo fra tutti la scoria, pari a circa il 30% dell’acciaio prodotto.

Il progetto che Tapojärvi Oy svilupperà all’interno di Acciai Speciali Terni sarà presentato ufficialmente all’inizio del prossimo anno, con l’illustrazione di un percorso che porterà Terni all’avanguardia in Europa nella gestione delle scorie provenienti dalla lavorazione dell’acciaio inossidabile.