Il Tar del Lazio ha confermato che, entro il 31 dicembre prossimo, le compagnie telefoniche Tim, Vodafone, Wind, Tre e Fastweb dovranno rimborsare in bolletta i giorni illegittimamente erosi agli utenti a seguito della fatturazione a 28 giorni. Annullate, invece, le sanzioni comminate dall’Agcom agli operatori di Tlc (1,1 milione di Euro a testa, per un totale di 4,4 milioni di Euro).

Una sentenza accolta con una certa soddisfazione dalla Federconsumatori di Terni, a partire dal presidente, Franco Todaro. “In attesa di poter leggere le motivazioni del provvedimento emesso dal tribunale amministrativo, che saranno depositate entro 30 giorni, mi sento di esprimere una grande soddisfazione – afferma Todaro. Questa sentenza – prosegue – conferma finalmente i diritti dei consumatori-utenti e restituisce loro quanto illegittimamente sottratto dalle compagnie telefoniche».

Non sono però solo rose e fiori. “Ci lascia al contrario perplessi – prosegue Todaro – la decisione di cancellare le sanzioni amministrative pecuniarie a carico degli operatori di Tlc, che avrebbero rappresentato un ulteriore monito nei confronti delle condotte scorrette adottate finora dalle compagnie telefoniche. Ora l’auspicio è che gli operatori telefonici adempiano prontamente a quanto stabilito dal Tar Lazio, in ottemperanza alle delibere dell’Agcom, rispettando i diritti di tutti i consumatori coinvolti”.