E’ stato rinnovato oggi, presso la sede della prefettura di Terni, il protocollo d’intesa tra Ast, istituzioni e organizzazioni sindacali per promuovere ed attuare all’interno dell’acciaieria un sistema pianificato e coordinato che garantisca sempre più elevati livelli di sicurezza e di salute dei lavoratori, oltre che di tutela dell’ambiente.

L’accordo parte dalle intese sottoscritte nel 2008, nel 2010 e nel 2014 e si fonda su una verifica congiunta dei risultati raggiunti e delle prospettive per lo sviluppo di ulteriori collaborazioni ed iniziative.

Alla cerimonia della firma erano presenti – tra gli altri – il prefetto di Terni, Paolo De Biagi, il Sindaco Leonardo Latini, l’assessore regionale Giuseppe Chianella e l’ad di Ast, Massimiliano Burelli. “Con questo protocollo – ha detto quest’ultimo – l’azienda ribadisce il proprio impegno ad arrivare all’obiettivo infortuni zero e l’attenzione ad un tema che è priorità assoluta: rimandare tutti i lavoratori a casa nelle stesse condizioni in cui sono”. Burelli ha poi ricordato che il protocollo “è stato ampliato anche al tema dell’ambiente”.

Il documento è stato sottoscritto da Regione Umbria, Provincia e Comune di Terni, Vigili del Fuoco, Azienda USL Umbria 2, Inail, Ispettorato Territoriale del Lavoro, Arpa, Acciai Speciali Terni, Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil, Fismic, Usb.