La direzione aziendale della Sangemini, ha presentato – ieri – l’atteso piano industriale. E lo ha fatto nel corso di un incontro avuto ocon le organizzazioni sindacali e le Rsu dello stabilimento, illustrando gli investimenti previsti per le innovazioni tecnologiche nel triennio 2019-2021, in particolare, sulle linee in pet, vetro e beverage.

I sindacati Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil, ne hanno preso atto, sottolineando la necessità che il piano di sviluppo venga sottoscritto per supportare gli investimenti annunciati.

L’azienda avrebbe inoltre chiesto l’apertura di un ammortizzatore sociale conservativo, da definire, ed un piano per esodi volontari del personale.

Richieste che i sindacati vorrebbero formalizzate in un verbale di riunione per sottoporle all’assemblea dei lavoratori.

Il tavolo di trattativa verrà riconvocato nei prossimi giorni.