Il nuovo progetto industriale dell’ex Sgl Carbon di Narni Scalo, l’azienda specializzata nella produzione di elettrodi di grafite recentemente acquistata dalla GoSource, è stato presentato ufficialmente, ieri, nella sede dell’azienda.

La nuova proprietà ha organizzato un evento al quale hanno preso parte – tra gli altri – il presidente della società Yan Haiting e il vicepresidente Tom Burkett, oltre alla presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, quello della Provincia di Terni Giampiero Lattanzi, il Sindaco di Narni Francesco De Rebotti e il dirigente del ministero dello Sviluppo economico, Giampiero Castano.

Presente anche il presidente di Confindustria Umbria, Antonio Alunni, che, nel suo intervento ha ricordato come “non appena appreso che un’altra grande realtà internazionale aveva deciso di venire a investire sul territorio la Confindustria Umbria si sia adoperata perché questa struttura industriale, “che ha un passato glorioso, ritornasse ad operare al più presto. Ci auguriamo – ha aggiunto – che l’esperienza di GoSource possa rappresentare, tra 20 anni, un altro esempio di leadership.

Tra gli invitati anche i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, tra cui il segretario generale della Uiltec, Paolo Pirani, che ha sottolineato come si possa parlare di un’esperienza positiva per l’industria, non solo a livello regionale, ma in ambito nazionale. Questa fabbrica – ha continuato – rappresenta la prova che gli investimenti nel settore specifico sono determinanti per contribuire alla crescita dell’economia.

Nel dettaglio, il gruppo punta ad occupare un centinaio di addetti e a produrre almeno 30.000 tonnellate su base annua di elettrodi in grafite, mentre entro il 2020, gli investimenti previsti dal piano industriale per il sito narnese ammonterebbero a circa 30 milioni di euro.