“L’incertezza emersa dal tavolo continua a non fare chiarezza sul futuro di Ast rispetto alle preoccupazioni che ci hanno portato alla richiesta dell’ incontro odierno”, sottolineano il coordinatore nazionale della Fim Cisl, Raffaele Apetino, e quello dell’Umbria, Simone Liti. Secondo i due sindacalisti, “serve aprire subito un tavolo di confronto al ministero”.

“Un incontro interlocutorio, dal quale ci aspettavamo di più”, per il segretario nazionale dell’Ugl con delega alla siderurgia, Daniele Francescangeli, secondo il quale rimangono ancora le preoccupazioni”.

“Si devono creare le condizioni per trasformare Acciai Speciali Terni in un sito di interesse strategico nazionale” e per ottenere ciò “serve un confronto serrato con i vertici di Thyssenkrupp, il governo e le istituzioni locali teso a valorizzare il sito nella sua integrità sia In termini produttivi che occupazionali”: a dirlo è la delegazione Fismic Confsal che stamani ha partecipato all’incontro al ministero. Presenti il segretario nazionale Marco Roselli, quello provinciale Giovacchino Olimpieri e Marco Bruni, coordinatore della rsu Fismic nel sito.