Rinnovato, da Regione dell’Umbria e organizzazioni sindacali di Cgil, Cisl e Uil, l’Accordo quadro per la mobilità in deroga per i lavoratori dipendenti licenziati dalle Aziende collocate nei comuni dell’Area di crisi complessa.

Grazie alla nuova intesa, potranno beneficiare di un altro anno di mobilità in deroga tutti i lavoratori licenziati da imprese che operano in uno dei 17 comuni dell’Area di crisi complessa Terni-Narni che alla data del primo gennaio 2017 risultino beneficiari di un trattamento di mobilità ordinaria o di un trattamento di mobilità in deroga, previa adesione alle misure di politica attiva individuate dall’Arpal.

Le domande di mobilità in deroga, dovranno essere presentate ad Arpal tramite le organizzazioni sindacali nel periodo compreso tra il 10 settembre ed il 10 dicembre prossimi. Per le mobilità in scadenza dopo questa data e fino al 31 dicembre, sarà possibile la presentazione dal primo al 10 dicembre.

Per quanto riguarda la Cassa integrazione guadagni straordinaria, si è convenuto, per le imprese che operano sempre nell’Area di crisi complessa e che abbiano terminato i periodi di Cigs, di richiedere ulteriori 12 mesi di integrazione salariale. Anche in questo caso l’integrazione sarà condizionata all’accettazione delle Azioni di Politica attiva del lavoro.