Promuovere legalità, sicurezza e regolarità del lavoro nei settori dell’autotrasporto, della logistica e dei servizi di movimentazione delle merci: è questo l’obiettivo del protocollo di intesa siglato oggi a Terni, nella sede di Confindustria Umbria, tra l’Ispettorato nazionale del lavoro e l’associazione degli industriali per combattere le cosiddette cooperative ‘spurie’, società che perseguono obiettivi illeciti, sia sul piano fiscale che contributivo, determinando fenomeni di concorrenze sleale tra le imprese.

Il protocollo – che coinvolge in particolare le imprese che operano nella logistica, nel trasporto merci e nelle spedizioni – è stato sottoscritto dal presidente di Confindustria Umbria, Antonio Alunni, e dal direttore dell’Ispettorato interregionale del lavoro di Roma, Orazio Parisi. “E’ il primo documento di questo genere – ha sottolineato Alunni – a livello nazionale. Un territorio è tanto più competitivo quanto più elevata è la legalità”.