Come già annunciato nei giorni scorsi, la tedesca Thyssenkrupp e l’indiana Tata Steel hanno definito l’accordo con cui daranno vita al secondo gruppo dell’acciaio europeo dopo ArcelorMittal. L’intesa finale per la creazione della joint venture paritaria tra le due aziende è stata firmata oggi a Bruxelles dopo l’annuncio fatto il 30 giugno scorso. La trattativa per arrivare all’intesa è durata due anni e un memorandum d’intesa era già stato siglato a dicembre 2017.

L’Ast, si diceva, non rientra nell’accordo, come le altre attività dell’area Material Services di ThyssenKrupp. E questo, apre, ovviamente degli interrogativi sul suo futuro.

Oggi, il direttore finanziario di Thyssenkrupp, Guido Kerkhoff, ha comunque assicurato che “questo processo non avrà alcun impatto sullo stabilimento di Terni”.

La sede del nuovo colosso dell’acciaio sarà in Olanda, nella regione di Amsterdam.