Il vice presidente di TerniEnergia, Giulio Gallazzi, ha rassegnato le dimissioni dal proprio incarico perché in disaccordo con il percorso intrapreso dalla società. Secondo quanto riferito da una nota, la decisione è stata assunta “vista la decisione di privilegiare “soluzioni volte ad una cessione degli assets di proprietà da combinarsi con accordi di ristrutturazione del debito bancario, posticipando un eventuale rafforzamento patrimoniale ad un secondo momento. Azione, quest’ultima, ritenuta da Gallazzi essenziale e prioritaria rispetto ad ogni altra azione. Il Consiglio di Amministrazione di TerniEnergia, ha preso atto delle dimissioni rassegnate con efficacia immediata ed irrevocabili, ringraziando Giulio Gallazzi per l’importante e positivo contributo prestato alla Società.