Promuovere l’anticorruzione sul territorio italiano diffondendo esperienze e best practice attraverso un evento itinerante per una nuova cultura della legalità. È “BIF Roadshow”, il tour di Transparency International Italia e di 14 grandi aziende – tra le quali l’Ast di Terni – che condividono l’impegno di portare avanti progetti comuni per ridurre la corruzione e migliorare la trasparenza nelle pratiche del business, con la speranza di creare spirito di emulazione a beneficio anche di altri stakeholders come le piccole e medie imprese con le quali intrattengono rapporti commerciali.

Il calendario degli eventi è stato presentato questa mattina presso la BCT di Piazza della Repubblica, a Terni, dal direttore delle Relazioni Esterne dell’AST, Tullio Camiglieri.

Il primo incontro, in programma il 13 giugno, sarà ospitato e promosso da Acciai Speciali Terni al Teatro Secci: “Contro le zone d’ombra e la corruzione per una cultura della legalità”. Vi prenderanno parte, tra gli altri, l’amministratore delegato Massimiliano Burelli, il presidente di Confindustria Umbria Antonio Alunni, la giornalista de La Repubblica Federica Angeli, il Procuratore Alberto Liguori.

Il 5 luglio, a Genova, il secondo appuntamento con un evento coordinato da RINA: “Integrità per promuovere fiducia e prosperità nel territorio. Il ruolo delle aziende private, del settore pubblico e della società civile”. Si chiuderà il 19 settembre, a Palermo, con un evento che sarà coordinato dall’Enel.