Si riapre all’Ast la trattativa sul premio di risultato, interrotta ad aprile dopo il mancato accordo delle parti. E’ questo l’esito dell’odierno incontro tra l’amministratore delegato, Massimiliano Burelli, e i rappresentanti di Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Ugl e Usb.

Al termine della riunione i sindacati hanno diffuso una nota in cui spiegano che “è emersa una volontà reciproca di provare a fare un passo in avanti finalizzato al raggiungimento di un accordo”.

La discussione ha fatto emergere, da parte aziendale, “elementi di novità sia nel metodo di calcolo, su parte degli indicatori per raggiungere il premio, sia sulla cifra da erogare a raggiungimento degli obiettivi”. “Tali elementi – continua la nota – hanno permesso di riaprire la trattativa che, ancora ad oggi, non è conclusa ma che lascia intravedere la possibilità reale di raggiungere un ipotesi di accordo”. Per questo la trattativa è aggiornata alle 19 di domani, per entrare nello specifico tecnico e nei dettagli economici e nelle modalità di erogazione.