Accordo, tra le Usl Umbria 1 e 2, l’Azienda ospedaliera di Terni e i sindacati della dirigenza e del comparto, per la stabilizzazione di circa 200 precari nella sanità. 77 sono operatori nella Usl Umbria 1, 64 nella Usl Umbria 2 e 33 nella Azienda ospedaliera di Terni, suddivisi tra dirigenti e altre professioni sanitarie.

L’intesa è stata siglata oggi, all’ospedale Media Valle del Tevere di Pantalla, in applicazione della Riforma Madia e sulla base degli atti di indirizzo della Giunta regionale.

A firmare l’accordo i direttori generali della Usl Umbria 1 e 2, Andrea Casciari e Imolo Fiaschini, e il direttore amministrativo dell’Azienda Santa Maria di Terni Riccardo Brugnetta, insieme ai rappresentanti dei sindacati delle tre Aziende, che, in un percorso condiviso, hanno stabilito criteri omogenei, in termini di tempi e modalità, per superare il fenomeno del precariato.

Il percorso di stabilizzazione proseguirà poi con l’individuazione, entro il 31 dicembre 2018, dei lavoratori che abbiano maturato i requisiti in altre Aziende del Servizio Sanitario Nazionale.

Inoltre, nel triennio 2018-2020 sono previsti concorsi riservati al personale titolare di contratti di lavoro atipici, da almeno tre anni alla data del 31 dicembre 2017.