Nel 2017, il Corecom, comitato regionale per le comunicazioni, ha restituito ai cittadini umbri la somma di 1,2 milioni di euro dopo la presentazione, al comitato stesso, di quasi 3 mila (2.928 per la precisione) istanze di conciliazione per contenziosi con operatori di telefonia e pay tv, con un aumento del 16,2% rispetto al 2016.

Il resoconto annuale dell’attività del Comitato, che a maggio presenterà anche due ricerche sul cyberbullismo, è stato illustrato in una conferenza stampa, svoltasi presso la sede regionale di Palazzo Cesaroni, alla quale ha partecipato anche la presidente dell’Assemblea legislativa, Donatella Porzi, che ha ringraziato lo staff del Comitato per un cambio di marcia “che – ha detto – appare evidente e si registra dai risultati ottenuti”. Presente, inoltre, il commissario dell’AgCom Mario Morcellini.

Per il Presidente del Corecom dell’Umbria, Marco Mazzoni, affiancato – per l’occasione – dai componenti Maria Mazzoli e Stefania Severi, “il 2017 è stato un anno importante anche per le ricerche condotte, come quella che per la prima volta ha indagato il fenomeno del cyberbullismo tra 900 studenti minorenni di Perugia e Terni”.