Alla Sala Consiglio della Camera di Commercio, di fronte ad appassionati, operatori, studenti del Liceo Classico e semplici curiosi l’azienda agricola ternana Hesalis ha presentato il progetto di bonifica dei terreni inquinati e di rigenerazione denominato “Reviride”. Non a caso “Reviride” significa letteralmente “rinascere dal verde” e non casuale anche la scelta della data, 21 marzo, a sottolineare l’arrivo della primavera. “Una Primavera Ternana che sia di risveglio perché viviamo in un territorio dove ci sono 800 ettari di terreni inquinati e più di 40.000 cartelle cliniche di pazienti affetti da patologie che sono legate o riconducibili a problematiche ambientali” esordisce Emilio Petrucci, amministratore unico della società nella sua presentazione.

Colpisce soprattutto la presenza di tanti studenti che al termine della conferenza alla Camera di Commercio, accompagnano lo staff di Hesalis in un giro di ricognizione degli spazi verdi pubblici cittadini dove saranno piante di canapa e di altre varietà vegetali destinate all’incremento della biodiversità ed al miglioramento ambientale. L’obiettivo è la realizzazione di un “Bee Hotel” per api solitarie, progetto portato avanti in collaborazione con l’Associazione romana Buono che si occupa di apicoltura, ricerca e divulgazione scientifica.

“Le api sono esempio di cooperazione e sostenibilità ma anche simbolo di fragilità e della necessità di prenderci cura del mondo in cui viviamo – spiega Serena Cavallero, responsabile ricerca dell’Associazione BUONO – più del 70% di ciò che mangiamo oggi dipende dalle api”. Canapa e piante impollinatrici in spazi verdi simbolo di rigenerazione. Ed ecco che il progetto “Reviride” di creare una filiera, unica in Italia, circolare della Canapa può e deve diventare replicabile. Destinatarie del messaggio sono anche le aziende legate ad acciaio e petrolio che possono e devono puntare sulla rigenerazione.

“La Canapa è pianta dai mille usi ed in grado di fitorimediare il terreno – prosegue Emilio Petrucci – assorbendone i metalli pesanti. Vogliamo svegliarci la mattina e non dover dire più che abbiamo un amico o un parente affetto da qualche grave patologia. L’inquinamento dei terreni influisce anche sul calo del turismo in calo e naturalmente mette in crisi le aziende agricole”. Canapa e piante impollinatrici in spazi verdi simbolo di rigenerazione.

Ecco come comincia la Primavera Ternana di “Reviride”. Non a caso Hesalis nasce proprio dalla necessità di rigenerare il territorio. E l’azienda agricola, intanto, guarda anche oltre Terni e nel 2018 seminerà 40.000 ettari di Canapa in tutta Italia.