Immediato ripristino della cassa integrazione, scaduta lo scorso 31 dicembre, per le aziende del turismo e del commercio del cratere sismico. A lanciare l’allarme è Vincenzo Bianconi, presidente di Federalberghi Umbria e imprenditore turistico di Norcia.

“Se nella prima fase post-sisma era stato giusto concentrarsi sull’emergenza abitativa e sulla messa in sicurezza delle strutture danneggiate – sostiene – adesso, dopo un anno e mezzo, è fondamentale affrontare l’emergenza del lavoro e dell’economia di tutta l’area colpita del centro Italia, altrimenti gli effetti del sisma saranno ancora più drammatici di quelli finora subiti”.

Il Presidente di Federalberghi, sottolinea anche l’importanza di “misure che possano far programmare alle aziende il proprio futuro da qui ad almeno tre anni: provvedimenti a due, tre mesi non servono a nulla, è fondamentale dare delle certezze sia agli imprenditori che ai lavoratori”.