Registrano una battuta d’arresto le imprese a guida femminile della provincia di Terni, in calo di 250 unità nel 2017, con un tasso di femminilizzazione in flessione, rispetto all’anno precedente, del 4,17%. Il dato emerge dall’analisi dell’Osservatorio per l’imprenditoria femminile di Unioncamere e Infocamere, su elaborazione dell’ufficio Informazione economica della Camera di commercio.

Secondo quanto riferisce l’ente, l’indebolimento è generalizzato e coinvolge tutti i settori. Nel complesso al 31 dicembre le imprese femminili iscritte erano 5.742 (5.992 al 31 dicembre 2016).

“Il nostro territorio – ha sottolineato il presidente della Camera di commercio, Giuseppe Flamini – sta attraversando una fase molto complicata testimoniata anche dai dati del nostro Registro imprese, mi riferisco alla diminuzione delle attività ma anche ad uno stato di difficoltà e sfiducia. La Camera di commercio – ha aggiunto – è impegnata in azioni a sostegno dell’economia e della qualificazione del sistema imprenditoriale”.