L’economia dell’Umbria risulta in via di rafforzamento con la ripresa delle esportazioni e della domanda interna; a dirlo è l’analisi congiunturale della Commissione regionale Abi Umbria sulla base dei dati disponibili a giugno 2017. Secondo l’Associazione bancaria italiana, il fatturato industriale mostra una certa intensità e si accentuano complessivamente i recuperi rispetto alle fasi più profonde della crisi; anche relativamente al flusso dei nuovi crediti deteriorati che cala pur restando elevato nel confronto con la media nazionale. Numeri che evidenziano un incremento di attività più diffuso tra le imprese della meccanica e della chimica.

Allo stesso modo – secondo l’Abi – migliorano dai cali precedenti il comparto siderurgico e il terziario. Ne consegue che dal lato del credito i settori produttivi, manifatturiero e servizi, si concentrano su richieste per capitale circolante e investimenti; mentre dalle famiglie cresce il ricorso al credito al consumo.