E’ negativo il quadro nei principali indicatori economici nel territorio ternano, con il numero delle imprese scese di 1.155 unità (da 19.409 a 18.254) ed una flessione del numero degli addetti (-1.596) passati da 61.708 a 60.112, mentre la disoccupazione giovanile è passata dal 16% del 2004 a quasi il 50% del 2016. Numeri resi noti dalla locale Camera di Commercio che stamane, ha tenuto una conferenza stampa per fare il punto sullo stato di salute dell’economia a Terni. “Vogliamo un profondo e radicale cambio di passo nella nostra rappresentanza politica – ha detto nella sua relazione il Presidente Giuseppe Flamini – alla quale chiediamo con forza di prendersi le proprie responsabilità, assicurando un profondo rinnovamento, troppo spesso declamato e mai praticato, che ascolti il mondo del lavoro e che accompagni ripresa e sviluppo”: L’organismo, del quale fanno parte le principali associazioni di categoria e gli ordini professionali, ha analizzato i dati del Registro imprese e di fonti Inps, confrontando la situazione attuale con quella del 2009.