E’ polemica all’Ast di Terni, tra sindacati e azienda, per la data di convocazione di un ‘incontro – richiesto dalle organizzazioni sindacali – con “carattere d’urgenza”. In una propria nota, Fim, Fiom, Uilm, Fismic e Ugl dicono che “non è stato colto il carattere di urgenza con il quale i segretari generali dei sindacati di categoria, a seguito delle assemblee svolte in fabbrica, avevano avanzato la richiesta”.

Le sigle sindacali avevano chiesto il 9 febbraio scorso di incontrare l’azienda per affrontare alcune delle criticità, che i rappresentanti dei lavoratori dicono di riscontrare giornalmente all’interno del sito siderurgico, mentre la convocazione dell’amministratore delegato di AST è stata programmata per il 1 marzo prossimo.

“Registrando l’approccio con il quale si intendono curare i rapporti e le relazioni sindacali – proseguono i sindacati – ci sentiamo in dovere di evidenziare che a Terni una richiesta di incontro urgente, a differenza di una semplice richiesta di incontro, ha un senso ben preciso, che forse però ha significati diversi in altre parti d’Italia”.