Il progetto del Centro Europe Direct del Comune di Terni ha superato con successo la selezione indetta dalla Commissione Europea per il triennio 2018/2020 per il proseguimento dell’attività del Centro stesso nell’ambito della rete ufficiale d’informazione della Direzione Generale Comunicazione dell’Unione europea. Lo ha comunicato ufficialmente, nei giorni scorsi, la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea. Europe Direct Terni, aveva già operato come centro d’informazione e comunicazione della Commissione Europea nel quinquennio 2013-2017. Nell’estate scorsa, tramite personale interno dell’Ufficio Comunicazioni e informazioni per i cittadini (Direzione affari generali) ha partecipato al nuovo bando per il triennio 2018-2020.

La nuova generazione Europe Direct, che esce dalla recente selezione, è stata ridotta nel numero (in Italia i centri sono passati da 50 a 41 e in Europa da 500 a 420), mentre sono stati accresciuti i programmi di comunicazione. In particolare i centri locali saranno a supporto oltre che della Commissione, anche del Parlamento Europeo soprattutto in vista delle elezioni del prossimo anno. E’ stata anche leggermente aumentata la quota del contributo della Commissione Europea che, per il progetto del Comune di Terni, è passata da 25.000 euro annui a circa 32.000 euro annui.

Il progetto presentato dal Centro Europe Direct Terni che continuerà a operare tramite personale del Comune, prevede un ulteriore consolidamento e ampliamento delle attività di comunicazione sulle tematiche europee riguardanti i territori, con il coinvolgimento di altri Comuni umbri e laziali e delle reti già create con EEN, l’Università degli Studi di Perugia (Dipartimento di Scienze Politiche e Dipartimento di Economia) e con l’Aede, l’associazione europea degli insegnanti.

Le attività del Centro Europe Direct si svolgeranno tramite il front office (via Roma 40) per informazioni e consulenze, e con i suoi strumenti d’informazione e comunicazione: il sito web www.europedirect.comune.terni.it, i social network (FB, Twitter e Instagram), il canale Youtube, la newsletter, l’ufficio stampa, in collegamento con il Dipartimento Generale Comunicazione della Commissione Europea.

Come previsto nel progetto approvato dalla Commissione Europea, Europe Direct Terni organizzerà quattro eventi nel corso del 2018 e parteciperà ad altri eventi riguardanti tematiche europee sostenendoli con le proprie professionalità. Inoltre il Centro si occuperà di realizzare una pubblicazione che sarà diffusa nei territori di riferimento.

Nello specifico continuerà l’esperienza del FISE, Finestra sull’Europa, progetto già avviato da anni dall’Università di Perugia e sposato dal Centro Europe Direct Terni che prevede la partecipazione di studenti universitari a un laboratorio redazionale su tematiche europee con il sostegno dei media regionali.

Per quel che riguarda gli eventi proseguiranno anche le collaborazioni con le altre strutture comunali per CinemaGiovani (Direzione servizi educativi e scolastici) e per il Volto d’Europa (BCT). Nel mese di febbraio il Centro sarà impegnato anche nell’organizzazione dell’incontro su “Il commercio elettronico nel mercato digitale europeo” che si svolge in biblioteca comunale lunedì 5 febbraio alle ore 16.30 in collaborazione con l’Unione nazionale consumatori. Un confronto con esperti del settore, docenti universitari, ordine degli avvocati, centro europeo dei consumatori in Italia, per illustrare le regole e gli strumenti a tutela del consumatore nel Web e in modo da poter fornire chiavi teoriche e pratiche per poter svolgere in sicurezza acquisti on line. Sempre a febbraio riprende la rassegna culturale sull’identità europea, Il Volto d’Europa, che nella seconda edizione, ha scelto di conoscere la Spagna offrendo l’opportunità di realizzare una collaborazione con il festival Encuentro. Venerdì 9 febbraio ore 17 si parlerà del Vocabolario europeo, importando la significativa esperienza proposta al Festivaletteratura di Mantova che in questi anni ha offerto ai partecipanti l’occasione di scegliere la loro “lingua adottiva”: vale a dire, secondo la definizione dell’Unione Europea, una terza lingua, diversa dalla propria e da quella usata per la comunicazione internazionale (di fatto, l’inglese).

CinemaGiovani 2018

Grande successo per la nona edizione di CinemaGiovani organizzata dal Comune di Terni attraverso il Centro Europe Direct Terni, la Direzione Servizi Educativi e Scolastici in stretto raccordo con il progetto Cinema e Scuola ed il progetto A Scuola di Anticorruzione del Comune di Terni in collaborazione con AEDE (Associazione Europea degli insegnanti) di Terni. L’iniziativa si è svolta dal 16 al 19 gennaio al Caos con laboratori intensivi per circa novanta ragazzi di cinque diversi istituti superiori chiamati a confrontarsi sul tema “Io sono cittadino: una questione europea”. Da segnalare l’intervento via Skype del regista Andra Segre, coautore del docufilm Ibi, prodotto da Jolefilm con Rai cinema e proiettato durante il primo giorno. “L’Europa – ha detto Segre – non è un ente staccato dalle nostre vite, l’unico modo di salvare il progetto europeo è di restituirlo ad un vissuto quotidiano parlando di europei e non di Europa”. I cortometraggi realizzati dai quattro gruppi di studenti saranno visionabili sulla piattaforma youtube Europe Direct Terni e verranno promossi attraverso la Commissione europea Rappresentanza in Italia.