La firma c’è stata ieri, a Terni: Costituita la società “Leolandia Umbria”, che avrà come obiettivo la realizzazione di un parco giochi in località san Liberato di Narni. A partecipare all’impresa la famiglia Giovannini di Genera, insieme ad altri imprenditori narnesi, oltre al dott. Giuseppe Ira, che di Leolandia spa è il presidente.

Va ricordato che Leolandia è un parco divertimenti per bambini ed opera nell’alta Lombardia: a Narni, a San Liberato verrà esportata la stessa filosofia, che ha al centro la famiglia e i suoi bambini piccoli, alla quale offrire una giornata di spensieratezza e gioia. Dice Giuseppe Ira: “Il progetto è molto interessante; andremo ora a chiedere le autorizzazioni amministrative necessarie per realizzarlo, ma soprattutto verificheremo la lungimiranza degli amministratori regionali nel comprendere che questa iniziativa comporta un grande tasso di occupazione giovanile e potrà riuscire ad amplificare i flussi turistici da e per la regione dell’Umbria”.

Verrà ora ricercata una sinergia con le istituzioni regionali e comunali, tutte le forme di collaborazione per impedire che una brillante idea venga vanificata. Sostiene Francesco De Rebotti, il sindaco di Narni: “Per noi è una grande opportunità. Faremo del tutto, nel lecito, ovviamente, perché questa iniziativa possa prendere quota”.

Alcune notizie sulla zona individuata e sul progetto:

· l’area al momento disponibile è di circa sette ettari, adiacente al distributore della Fina di San Liberato

· avrà il massimo della collegabilità alle superstrade e autostrade;

· sarà completamente sostenibile sia dal punto di vista dell’energia elettrica che biodegradabile in quanto userà solo prodotti in Mater-B;

· il cibo sarà quasi esclusivamente a “Chilometri Zero”.