La Giunta umbra ha ratificato, oggi, la decisione con cui la Commissione europea ha approvato le modifiche al Piano di sviluppo rurale dell’Umbria 2014-2020 a seguito del contributo di solidarietà di Regioni e Ministero per le aree del cratere colpite dal sisma. Il provvedimento è stato annunciato dall’assessore regionale Fernanda Cecchini, che ha specificato come si tratti di quasi 52 milioni di euro di risorse aggiuntive che verranno utilizzati per il mantenimento e lo sviluppo economico delle attività agricole ed agro-ambientali di quell’area. “Le misure su cui convergeranno le risorse aggiuntive – ha aggiunto la Cecchini – serviranno per rafforzare il contesto competitivo delle aree maggiormente colpite dal sisma”. 14 milioni di euro andranno alle aziende agricole e agroalimentari, 3 milioni ai giovani agricoltori, 7 milioni per infrastrutture e servizi sociali, culturali, sportivi e ricreativi.