Su proposta dell’assessore all’Agricoltura Fernanda Cecchini, la giunta umbra ha approvato la richiesta da inviare al ministero delle Politiche agricole per il riconoscimento del carattere di ‘eccezionalità’ della prolungata siccità dei mesi scorsi in Umbria. “Sin da giugno – ha spiegato la Cecchini – gli uffici di Regione, ex comunità montane e organizzazioni agricole hanno raccolto segnalazioni delle imprese agricole sulla riduzione delle rese produttive di seminativi, vino, olio, frutteti, e di conseguenza anche sulla zootecnia”. L’assessore umbro ha anche ricordato come in tutti i comuni delle province di Perugia e di Terni siano stati registrati danni alle coltivazioni, che superano la soglia del 30% prevista dalla normativa. “Ora – ha concluso – forniamo al ministero la delimitazione delle aree danneggiate, cioè tutta l’Umbria, per il riconoscimento del carattere di ‘eccezionalità’, con l’attivazione di tutte le provvidenze di legge”.