Si rafforza ulteriormente la collaborazione tra il Polo didattico ternano dell’Universita’ di Perugia e l’Ast. L’acciaieria ha infatti sottoscritto una convenzione con il dipartimento di Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione per attivare tirocini e percorsi di stage e prevedere contributi in aula in merito alle attivita’ di sicurezza svolte in azienda. Il progetto e’ rivolto in particolare agli studenti del corso di laurea triennale in Scienze per l’investigazione e la sicurezza di Narni e riguardera’ i temi della security (intesa come tutela del patrimonio), della sicurezza dei dati, quella nei luoghi di lavoro ed ambientale. “Questa convenzione – ha spiegato oggi il rettore dell’Ateneo perugino, Franco Moriconi, nel corso della presentazione del progetto a Villa Centurini – rappresenta un ulteriore segnale del rapporto di collaborazione con Ast e con il territorio. Grazie all’intesa – ha aggiunto Moriconi – i nostri studenti potranno iniziare ad affacciarsi al mondo del lavoro, occupandosi di un tema, come quello della sicurezza, che troppo spesso trascuriamo o prendiamo sotto gamba”.

Il direttore delle relazioni esterne di Ast, Tullio Camiglieri, ha sottolineato come “nel tempo il concetto di sicurezza legato al lavoro si sia modificato, richiedendo l’utilizzo di molteplici attivita’ e processi di formazione, anche lunghi e complessi, e quindi di persone fortemente motivate e preparate”.

La coordinatrice del corso di laurea in Scienze dell’investigazione, Maria Caterina Federici, ha inoltre ricordato che, nell’ambito della convenzione, Ast partecipera’ anche al Festival della sociologia, evento organizzato dall’universita’ a Narni, il 13 e 14 ottobre. Nella prima giornata di lavori, l’azienda partecipera’ all’iniziativa su “La qualita’ del lavoro al tempo di Industry 4.0″, un tema sentito dall’acciaieria, dove e’ in atto un’evoluzione di governance e gestione aziendale. In merito terra’ una relazione Paolo Zanella, Lean trasformation manager e responsabile Garanzia della qualita’ di Ast.