Livelli di produzione in crescita, sebbene ancora distanti da quelli pre-crisi, per l’industria manifatturiera umbra. E’ quanto emerge dall’indagine congiunturale tra le imprese associate condotta da Confindustria Umbria con la collaborazione dell’Università di Perugia.

Secondo l’organizzazione degli industriali, i risultati legittimano l’aspettativa che i prossimi mesi vedano consolidarsi la ripresa in atto. In particolare, più della metà delle imprese che hanno partecipato all’indagine ha visto progredire i propri livelli di attività produttiva.

“In uno scenario di persistenti difficoltà, e pur nella consapevolezza che è necessario fare ancora molti passi avanti – commenta il presidente di Confindustria Umbria Ernesto Cesaretti – è confortante constatare che l’industria manifatturiera mostra chiari segni di ripresa, svolgendo una funzione di traino per il recupero del terreno perduto dall’economia regionale, in termini di ricchezza prodotta e di occupazione, durante la crisi”.