Primo incontro, questa mattina, presso la Confindustria di Terni, tra le organizzazioni sindacali FILCTEM CGIL e FLAEI CISL e la direzione aziendale di TerniEnergia per una l’analisi della procedura di licenziamento di 66 dipendenti. “Si è trattato – spiegano i sindacati – di un primo confronto – successivamente aggiornato al 18 settembre – che non ha portato ulteriori elementi rispetto alla comunicazione del 4 agosto scorso nella quale si annunciava la riduzione del personale”. Le OO.SS. Hanno comunque manifestato tutte le loro perplessità per l’improvviso cambiamento di scenario rispetto a quanto annunciato dalla stessa azienda il 29 giugno in occasione della firma dell’accordo e per la volontà aziendale di escludere l’eventuale ricorso agli ammortizzatori sociali. Comunicazioni, insomma, ben diverse, a giudizio sindacale, che lasciavano presagire una situazione alquanto differente se paragonata alla drammaticità del momento. Le due organizzazioni sindacali hanno inoltre sottolineata la necessità di un coinvolgimento delle istituzioni locali.