“La Regione Umbria ha ricevuto comunicazione formale da parte di Terni Energia della apertura della procedura di licenziamento collettivo per 66 dipendenti della sedi di Narni solo nella tarda serata di venerdì scorso, una comunicazione del tutto inaspettata”. A dirlo è il Vice Presidente della Giunta regionale dell’Umbria e assessore allo sviluppo economico, Fabio Paparelli, che spiega come la Regione, “considerata la rilevanza dell’azienda ed il suo profilo internazionale, ritenga utile una valutazione complessiva che consenta, in esito al confronto con le Organizzazioni Sindacali, di rivedere la decisione assunta o in ogni caso di minimizzarne gli impatti anche con il ricorso agli strumenti previsti dalla normativa di riferimento. In questo senso – aggiunge Paparelli – la Regione Umbria è disponibile, laddove le parti lo ritenessero opportuno, a porre in essere quanto nelle sua facoltà di intervento per supportare una soluzione positiva della vicenda”.