Sono oltre 40 mila gli umbri ad aver subìto perdite ai propri risparmi causate dai recenti crack bancari. Nonostante ciò, i centri decisionali degli istituti di credito, hanno intensificato le cosiddette ”pressioni commerciali” sui lavoratori del settore per far si che prodotti creditizi e finanziari vengano collocati sul mercato. I lavoratori bancari addetti allo sportello, quelli a contatto diretto con la clientela, hanno per questo testimoniato – in diverse occasioni – la loro sofferenza professionale. La Uil ha portato avanti una serrata vertenza con le Associazioni datoriali, giungendo ad un Accordo a tutela dei risparmiatori e degli stessi lavoratori. Se ne è parlato questa mattina, in una conferenza stampa, convocata presso la sede della Uil di Terni. Nel video allegato l’intervista di Tele Galileo con il segretario Generale della UILCA Umbria, Luciano Marini …  il link … https://youtu.be/Ojr3tuCp2dM