La gara internazionale per l’assegnazione del servizio per il recupero delle scorie prodotte da AST ha segnato un ulteriore passo in avanti e si si sta avviando alle sue fasi conclusive.

Dopo una dura selezione, basata sul possesso dei “requisiti generali” e dei “requisiti tecnici specifici”, le due offerte risultate tecnicamente sostenibili sono state quelle presentate dalle società TAPOJÄRVI Oy (Finlandia) ed HARSCO Metals & Minerals France (Francia).

Il complesso iter, avviato il 12 febbraio 2016 con la pubblicazione del bando di gara sui maggiori quotidiani economici italiani ed esteri, ha visto il coinvolgimento di rilevanti personalità scientifiche e giuridiche di livello internazionale, chiamate a far parte della “Commissione Tecnica” (costituita dal prof. C.D. Wuppermann, ex dirigente dello stabilimento di produzione TK di Krefeld e membro del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto di ricerca tedesco VDEh, dal prof. L. Tognotti, direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile ed Industriale dell’Università di Pisa, dal prof. B. Blanpain, direttore dell’area “Processi sostenibili del riciclo e dei metalli” e membro della divisione “Ingegneria e Materiali Metallurgici” dell’Università di Leuven (Belgio), dal dr. P. Drissen, membro del FEhS, Istituto Nazionale Tedesco per la ricerca sui materiali da costruzione e dall’ ing F. Camponi, responsabile Ecologia, Ambiente & Sicurezza di Acciai Speciali Terni), con il compito di supportare Acciai Speciali Terni nell’elaborazione delle specifiche tecniche del progetto e di valutare quindi, sempre dal punto di vista tecnico, le offerte pervenute. È stato coinvolto inoltre il “Comitato di Garanzia” (costituito dal prof. A. Catricalà, già

presidente dell’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, vice ministro per lo Sviluppo Economico ed ex presidente di sezione del Consiglio di Stato, in veste di presidente del Comitato di Garanzia, dall’ on. L. Di Girolamo, sindaco di Terni, dal dr. H. Motz, presidente di Euroslag, associazione europea delle aziende e delle organizzazioni che si occupano delle tematiche inerenti la produzione e il riutilizzo delle scorie da acciaieria e dall’ ing. M. Calderini, direttore di stabilimento di Acciai Speciali Terni), con il compito di vigilare sul regolare svolgimento della gara dal punto di vista procedurale.

Al fine di consentire un maggior livello di accuratezza e di dettaglio nel processo di valutazione, i membri della Commissione Tecnica hanno effettuato dei sopralluoghi nei siti operativi delle due società partecipanti, in Finlandia per TAPOJÄRVI, in Belgio e in Francia per HARSCO.

Le conclusioni della “Commissione Tecnica” sono state presentate e illustrate al Comitato di Garanzia presieduto dall’Avv. Prof. A. Catricalà.

È quindi iniziata la delicata fase che prevede una serie di incontri con i due offerenti, al fine di approfondire gli aspetti organizzativi e poi economici. In parallelo saranno organizzati ulteriori sopralluoghi presso i siti delle due aziende, con la partecipazione dei vertici aziendali di AST.