- Radio Galileo - http://www.radiogalileo.it -

Umbria: Nei primi mesi del 2016 in calo i fallimenti

Posted By Redazione Radio Galileo On 30 gennaio 2017 @ 10:57 In Economia

I dati in questione sono stati stimati dall’Unioncamere Umbria

Nei primi 11 mesi del 2016 i fallimenti delle aziende italiane sono calati del 7% passando dai 12.583 dei mesi gennaio-novembre 2015 agli 11.655 dei primi undici mesi del 2016, neanche 1.000 al mese.
La flessione accumuna tutte le regioni ad eccezione della Sardegna (+19,3%), Basilicata (+14,3%) e Sicilia (+8,8%) che registrano variazioni positive.
In Umbria il calo dei fallimenti segna un -8,5%, indice di una probabile migliore condizione economica delle imprese e di un progressivo riposizionamento del sistema imprenditoriale, registrando una performance
superiore rispetto al dato nazionale che si ferma al -7,4% e di quello delle regioni centrali che è di -6,3%. A novembre 2016 in Umbria i fallimenti passano da 224 a 205 che, considerando le 95.745 imprese registrate al 30 novembre 2016, incidono sul tessuto imprenditoriale con un 2,1% di fallimenti ogni 1.000 imprese, un valore che si frappone tra l’1,9% del dato nazionale e il 2,2% di quello delle regioni centrali. La Lombardia risulta in vetta nella classifica regionale per incidenza dei fallimenti sul tessuto imprenditoriale locale (+2,6% procedure fallimentari aperte ogni mille imprese), seguita dalla Toscana che registra il dato peggiore dell’Italia Centrale (+2,3%).
Il dato dell’Umbria rappresenta un segnale particolarmente positivo per il futuro invertendo il trend degli ultimi anni. La crisi nel 2014 si era concretizzata con un incremento significativo dei fallimenti che avevano toccato
una punta del +22,1%, dato inferiore a quello registrato nelle regioni centrali, ma comunque superiore di ben 6 punti rispetto al dato nazionale. Nel 2015, il dato regionale, anche se più contenuto (+6,7%), evidenziava le
difficoltà dell’Umbria ad uscire dalla crisi economica rispetto al dato nazionale (-6,6%) e a quello dell’Italia centrale (-5,7%).
Il calo del tasso di fallimento  negli ultimi anni indica un recupero del’ equilibrio economico delle attività imprenditoriali generalizzato a livello nazionale, un processo che per l’Umbria si concretizza solo grazie
ai migliori dati del 2016 (-8,5% fallimenti registrati).
A livello settoriale il calo si registra in quasi tutti i principali comparti: -50% nel trasporto e magazzinaggio; -48,3 nell’alloggio e ristorazione;-37,5% nel noleggio; -12% nelle costruzioni. A differenza però di quello che accade a
livello nazionale, si incrementano i fallimenti nel commercio passando dai 48 del 2015 ai 53 fallimenti aperti nel 2016 (con un +10,4%) e nelle attività manifatturiere da 38 (2015) a 42 (2016) segnando un incremento analogo del +10,4%. Percentualmente, è sempre il commercio a registrare il maggior numero di fallimenti sul totale (53 su 205) con un +25,9%, seguono le costruzioni (+21,5%) e le attività manifatturiere (+20,5%). Per quanto riguarda invece
l’incidenza dei fallimenti sul numero delle imprese (registrate) primo su tutti si assesta il settore delle costruzioni con +3,4% seguito dal trasporto e magazzinaggio (+3%), laddove la media regionale è del 2,1% .


Article printed from Radio Galileo: http://www.radiogalileo.it

URL to article: http://www.radiogalileo.it/economia/2017/01/30/29544-umbria-nei-primi-mesi-del-2016-in-calo-i-fallimenti

URLs in this post:

[1] Redazione Radio Galileo: http://www.radiogalileo.it/author/redazione-autore

Copyright © 2014 Radio Galileo. All rights reserved.