È un’azienda di una regione senza mare, Fratelli Canalicchio spa, a ricevere il premio di Fornitore dell’anno dal Gruppo Ferretti, la holding industriale italiana attiva nel settore della cantieristica navale, proprietaria di sette marchi commerciali attivi nella progettazione, produzione e commercializzazione di panfili dai 10 agli 85 metri di lunghezza. Il prestigioso riconoscimento è stato attribuito all’azienda Fratelli Canalicchio, con sede a Narni, in occasione della convention annuale organizzata dal Gruppo Ferretti cui erano presenti oltre 300 aziende fornitrici di fascia alta-Platinum del Gruppo (su un totale di circa 730 supplier). Il premio viene assegnato a quei fornitori e partner a cui sono state riconosciute le eccellenti prestazioni nel soddisfare gli standard del Gruppo.

L’azienda umbra è stata fondata nel 1996 da due giovanissimi fratelli, Giovanni e Pasquale, i quali hanno deciso di convergere nel settore nautico la competenza acquisita nel comparto metalmeccanico di precisione a fianco dei genitori. L’azienda, pur continuando a operare nel settore meccanico, principalmente nell’industria auto/moto racing, difesa, aeronautica ed elettromeccanica, si è concentrata con particolare attenzione all’industria navale specializzandosi nella progettazione e realizzazione di balconi, terrazzi, tientibene (maniglie per offrire una salda e sicura presa per spostarsi lungo l’imbarcazione) e accessori per i super yacht. Una progettazione attenta ai minimi dettagli e studiata sulle esigenze del cliente e una lavorazione capace di coniugare la sicurezza e qualità del processo industriale alla bellezza tutta artigianale di pezzi di acciaio lucidati a mano.

Grazie alla strategia aziendale, al personale qualificato e ad un buon riscontro da parte della clientela, l’azienda è cresciuta rapidamente cambiando sede all’inizio del 2013 per rispondere alle sempre crescenti esigenze produttive.

 

“È stato un premio inaspettato – ha sottolineato Giovanni Canalicchio, presidente dell’azienda – ma sicuramente molto gradito. Mi sento di affermare che tale riconoscimento è il frutto di un lavoro iniziato con caparbietà da me e mio fratello, proseguito e migliorato negli anni, ma soprattutto è la naturale conseguenza della collaborazione e dell’impegno di tutti i nostri collaboratori interni, e della fattiva parntership di tutti i colleghi del Cluster Nautico Umbro”.

Giovanni Canalicchio è, infatti, alla guida del Cluster Nautico dell’Umbria, di cui è vice presidente l’imprenditrice Elisa Volpi (Sifar), nato nel 2011 per mettere in rete le imprese umbre – attualmente 12 – che operano nel settore della nautica da diporto con specifico riferimento al segmento dei maxi yacht.