Definitivo via libera ai progetti per Terni legati all’assegnazione da parte della regione dell’Umbria dei canoni idrici. Interventi legati all’ambiente, al turismo, al recupero urbano che ammontano a un milione e 800 mila euro e che troveranno attuazione nel corso del 2017.

E’ stato infatti approvato lo schema di convenzione tra la Regione Umbria ed il comune di Terni che regola l’attuazione degli interventi presentati da Palazzo Spada per lo sviluppo territoriale negli ambiti del turismo, degli eventi per la valorizzazione del territorio locale, dell’ambiente e del decoro urbano. La Regione mette a disposizione una somma che rientra tra quelle destinate agli Enti locali cui afferiscono le attività degli impianti di grandi derivazioni di acque pubbliche ad uso idroelettrico-forza motrice. Enti, come il comune di Terni, che sono stati in grado di presentare progetti pertinenti con le tipologie richieste, progetti che, scontato il vaglio da parte della commissione dell’Assemblea legislativa competente per materia, sono stati accettati il 29 novembre.

Il programma di azioni presentato dal comune di Terni è incentrato su tre assi: promozione del territorio locale; immagine e vivibilità del territorio; Terni- reti infrastrutturali sicure.