Siglata nella tarda serata di ieri, a Roma, un’ipotesi di accordo integrativo per il gruppo Unicalce. “È la prima volta che Fillea, Filca e Feneal trovano un’intesa di carattere nazionale con il gruppo Unicalce – spiega Cristiano Costanzi, segretario generale della Fillea Cgil di Terni – un’intesa con la quale si cerca di colmare le distanze esistenti tra i vari territori, con differenze anche marcate che si sono stratificate negli anni”. L’ipotesi di accordo, che in Umbria interessa gli oltre 100 lavoratori degli stabilimenti di Narni-San Pellegrino, Narni-Madonna Scoperta e Terni-Prisciano, prevede un incremento salariale variabile tra i 1000 e i 2700 euro nel triennio, a seconda dei risultati conseguiti. Nei prossimi giorni l’ipotesi di accordo sarà sottoposta ai lavoratori nelle assemblee che si terranno in tutti gli stabilimenti del gruppo.