Nuovo sciopero generale regionale di otto ore, domani, dei metalmeccanici in Umbria, per il rinnovo del contratto nazionale, scaduto da 6 mesi. Lo sciopero sarà accompagnato da una manifestazione regionale sotto la sede della Confindustria a Perugia (ore 10.00), “proprio per sottolineare – si legge in una nota di Fiom, Fim e Uil dell’Umbria – la richiesta rivolta a Federmeccanica di sbloccare la vertenza contrattuale e di abbandonare le sue posizioni di chiusura totale, caratterizzate, secondo i sindacati, dalla volontà di annullare il valore del contratto nazionale e di non concedere aumenti salariali ai lavoratori del settore”.

Per il giorno dopo, sabato 11 giugno, è previsto il blocco degli straordinari e della flessibilità (come era successo il 28 maggio scorso). L’obiettivo delle organizzazioni sindacali è quello di intensificare le azioni di lotta per sbloccare la trattativa prima delle ferie estive, scongiurando così il rischio di perdere un intero anno di contratto nazionale.