Si chiama “IT.inire” ed è un progetto di respiro interregionale finalizzato alla promozione del patrimonio turistico rivolto, in particolare, alla valorizzazione di itinerari, cammini e luoghi da scoprire, tra le armonie e le eccellenze dell’Italia centrale. L’iniziativa è stata presentata quest’oggi presso la sede del Ministero dei beni e delle attività culturali e turismo.

“L’Umbria – ha sottolineato con soddisfazione il Vicepresidente della Giunta regionale ed assessore al turismo Fabio Paparelli – è stata chiamata a coordinare questo importante progetto dell’Italia Mediana insieme a Lazio, Abruzzo, Marche, Sardegna e Toscana sulla base dell’esperienza maturata, in questa regione, in ambito turistico, specie, sul tema dei cammini. Si tratta di un riconoscimento importante che, a tale scopo – ricorda Paparelli – attribuisce all’Umbria oltre 500 mila euro di risorse ministeriali, e offrirà la possibilità di sviluppare e potenziare un territorio interregionale vasto e straordinariamente ricco di eccellenze, con un’offerta di turismo esperienziale, attivo e sostenibile, interessato alla scoperta di percorsi e luoghi suggestivi anche fuori dalle rotte tipiche del turismo di massa”.

Le caratteristiche del progetto, saranno illustrate in una conferenza stampa, prevista a Perugia, il prossimo 14 giugno, a cui prenderanno parte anche gli altri assessori al turismo delle regioni coinvolte e servirà a potenziare l’offerta turistica legata, in primis, al sistema dei cammini e dei sentieri per arrivare anche alla promozione delle vie del vino, del gusto, dell’arte, dei percorsi del benessere, dell’eleganza e dell’armonia. “Ma ci sarà spazio – ha concluso l’assessore umbro – anche per la vacanza attiva e lo sport outdoor, per un turismo alla ricerca di esperienze e attività sportive non agonistiche, da svolgersi a stretto contatto con la natura, valorizzando parchi ed aree protette, con particolare attenzione all’appennino e alla costa”.