Il Gruppo Coop Centro Italia ha chiuso il 2015 con un fatturato di 784 milioni ed un utile lordo del consolidato a 67 milioni di euro. L’utile netto, dopo le imposte per un importo di 24,5 milioni, risulta essere di 42,5 milioni. In crescita il numero degli occupati (+800 unità) e dei Soci (+13.560 unità per un totale di oltre 540.000). La Cooperativa ha investito 20 milioni per nuove aperture ma il salto di qualità – si legge in una nota – è costituito soprattutto dall’acquisizione della catena Superconti: ad oggi il Gruppo gestisce oltre 100 punti vendita nelle province di Arezzo, L’Aquila, Macerata, Perugia, Rieti, Roma, Siena, Terni e Viterbo. Importanti anche i risultati conseguiti sul piano valoriale: investiti circa 200.000 euro nella creazione di una coscienza collettiva contro la violenza sulle donne e con il progetto “Buon Fine”, grazie al quale si trasforma la merce invenduta da spreco a risorsa, sono state consegnate alle Associazioni di solidarietà 148 tonnellate di prodotti per un valore di circa 500.000 euro. “L’implementazione del Piano Industriale sta procedendo come da programma – ha dichiarato Giorgio Raggi, Presidente del Consiglio di Amministrazione – dopo un ampio confronto è stato firmato un accordo le Segreterie Nazionali e Territoriali di FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL e UILTUCS-UIL relativo al riassetto della logistica del Gruppo”.