Ormai il termine “MAKER” e’ diventato di uso comune tra’ gli appassionati di tecnologia.
Anche la gente comune, ormai ha un’idea, vaga forse di cosa e’ la “stampa 3d”, Arduino ed in generale il fenomeno dei nuovi artigiani digitali.

E’ anche chiaro che il futuro del mondo occidentale non puo’ risiedere nell’industria pesante e nel basso costo del lavoro.

Qui’ i paesi emergenti la fanno da padrone, anche forti del bassissimo rispetto per la salute ed i diritti dei cittadini.
Il futuro del mondo occidentale e’ nelle idee, nella creativita’, nell’arte e nella conoscenza.

E se la scuola, benche’ questo dovrebbe essere il suo compito e la societa’ “comune”, spingono i nostri giovani verso l’appiattimento culturale e l’abbrutimento, ci sono cittadini che non si danno per sconfitti e combattono per stimolare le giovani menti a divenire le colonne portanti dell’Italia del domani.

Qualcuno direbbe gli Steve Jobs del futuro, io direi piu’ i Wozniak e gli Shuttleworth del presente.

i giovani maker

HACKLAB TERNI
Proprio per supportare i giovani inventori, l’associazione di promozione sociale HACKLAB Terni, con il supporto dei fondi dell’ 8X1000 della Chiesa Valdese, ha promosso un bando di gara per fornire a ragazzi UNDER 30 i fondi per realizzare un loro progetto, l’idea nel cassetto, accantonata magari per mancanza di soldi.

Partecipare e’ semplicissimo.
Andate sul sito dell’associazione HackLabTerni.org e cliccate su questo link.

Troverete un form da riempire con le vostre generalita’ e una descrizione della vostra idea.

Le migliori dieci (10) progetti presentati (entro il 7 Marzo), nell’ambito di:

  • robotica
  • droni
  • wearable
  • musica elettronica
  • installazioni interattive
  • foto/video
  • domotica
  • realtà virtuale / aumentata
  • macchinari a controllo numerico (stampanti 3D, CNC, ecc.)

riceveranno i soldi (in buoni acquisto per i materiali) per concretizzare il progetto.
Gli stessi progetti verranno mostrati al pubblico durante il Terni Maker Festival 2016, il 7 Maggio 2016, negli spazi del CAOS (Centro Arti opificio Siri).