Pur mantenendosi sopra lo zero per il terzo mese consecutivo, il livello di inflazione, a Terni, ha registrato una flessione nello scorso mese di dicembre attestandosi al +0,1%.

Il dato è contenuto nel rapporto mensile della Commissione comunale di controllo dei prezzi al consumo, diffuso dai servizi statistici del Comune. Il documento spiega come “i consueti rincari di natura stagionale dovuti alle festività natalizie si siano quest’anno limitati ad alcuni beni e servizi legati al turismo e ai servizi ricettivi quali pacchetti vacanze, impianti di risalita e viaggi aerei, mentre non hanno riguardato i prodotti alimentari che anzi in media sono diminuiti ad eccezione della verdura di stagione e del pesce.

Il perdurare della diminuzione dei prezzi dei carburanti – si legge ancora nel rapporto – contribuisce a mantenere basso il livello dell’inflazione. Il 2015 si chiude dunque con una lieve ripresa dei prezzi, frenata però nel mese corrente. Nella seconda metà dell’anno, comunque, la situazione dei prezzi è risultata stagnante sia a livello locale che nazionale e il valore dell’inflazione è ancora lontano da quel 2% indicato dalla BCE come obiettivo per una ripresa economica in tutta l’Eurozona”.