Dopo l’eventuale approvazione dell’Autorità Antitrust Italiana, le notifiche e consultazioni con le organizzazioni sindacali, il Nucleo idroelettrico di Terni passerà di proprietà dalla E.On alla ERG Power Generation Spa.

Passerà, quindi, in un gruppo che ha come mission aziendale quella della produzione di energia da fonti rinnovabili che prevede uno sviluppo sempre più consistente a lungo termine del settore.

E’ un’ acquisizione importante perché il Nucleo Idroelettrico di Terni è formato da 16 centrali idroelettriche, 1 stazione di pompaggio, 7 grandi dighe e tre serbatoi (Salto, Turano, Corbara), 22 dighe e 155 chilometri di canali e tunnel.

La sua capacità efficiente è di 527 megawatt ed una produzione di circa 1,4 TWh di energia all’anno.