“Rappresenta un sicuro ed importante approdo la firma del protocollo d’intesa – avvenuta lo scorso 18 maggio – per sostenere il comparto chimico e l’occupazione, siglato dalla Regione Umbria e dai comuni di Terni, Narni, Stroncone, con le Associazioni imprenditoriali, del mondo del lavoro e le organizzazioni sindacali di categoria”.

Ad evidenziarlo il presidente dell’Ordine dei Chimici di Lazio, Umbria, Abruzzo e Molise, Fabrizio Martinelli, secondo il quale “l’attuale momento di difficoltà del sistema industriale che interessa molte regioni italiane e diversi settori produttivi, richiede un impegno straordinario e condiviso di tutti i soggetti che operano dentro e fuori dalle aziende con l’obiettivo di arginare il disagio dei lavoratori e delle popolazioni locali in funzione di un rilancio di tutte quelle aziende che hanno garantito fino a pochi anni fa occupazione, reddito e sviluppo economico.

Nel ribadire come l’ordine interregionale dei chimici sia pronto a fare la propria parte, Martinelli ritiene “giusta la scelta della Regione Umbria che con il protocollo siglato a Terni si impegna a supportare le aziende chimiche utilizzando gli strumenti legati alla programmazione comunitaria 2014-2020, dando sostegno, nello specifico, alla ricerca, all’innovazione e alla tutela ambientale, nell’ambito di un percorso di sviluppo della chimica in un territorio, quello umbro, che ha beneficiato per decenni del reddito derivante dalla presenza di queste aziende”.