Si insedierà domani mattina, alle 9,30, presso la sede Ati di Bramante, a Terni, la commissione di conciliazione che Ati, Servizio idrico integrato e associazioni dei consumatori hanno costituito per abbattere i costi e dimezzare i tempi dei ricorsi degli utenti.

Il nuovo organismo, che sarà immediatamente operativo, rappresenta una delle prime esperienze del genere in Italia, puntando a risolvere le controversie che possono sorgere nel processo di erogazione dei servizi.

Attualmente sono circa 70 i contenziosi in atto che con il ricorso legale imporrebbero tempi che, in media, superano i due anni.