E’ ancora deflazione a Terni. Anche nello scorso mese di aprile, la situazione non ha mostrato, infatti, alcun cenno di ripresa, (meglio era andata a febbraio e marzo) facendo anzi registrare un dato addirittura superiore (pari al -0,6%) a quello nazionale.

Il dato, non certo incoraggiante e che fa capire come la tanto annunciata ripresa sia non certo vicinissima, è contenuto nel verbale mensile dei Servizi Statistici comunali redatto dalla Commissione sul controllo dei prezzi.

Rispetto al marzo scorso, la variazione dell’indice generale è risultata essere pari a -0,1% tornando negativa dopo la parentesi di febbraio e marzo.

Ma l’aspetto più significativo che emerge dalle elaborazioni effettuate sui prezzi rilevati nel mese di aprile, è rappresentato dalla brusca diminuzione dei prezzi dei prodotti del capitolo “Alimentari e bevande analcoliche” che hanno segnato un -0,8% rispetto a marzo.

“Anche per questo capitolo – spiega una nota della commissione comunale – si torna a parlare di deflazione dopo cinque mesi di segno positivo non correlato però ad un’ipotetica ripresa dei consumi, anche alla luce del peggioramento di tutti gli indici che misurano la fiducia dei consumatori, comunicato dall’Istat nei giorni scorsi”.