La riscossione coattiva di alcuni tributi minori, l’imposta comunale sulla pubblicità, i diritti sulle pubbliche affissioni, la tassa per l’occupazione di aree pubbliche, sarà affidata a Usi, Umbria Servizi Innovativi, società in house del Comune di Terni che già gestiva la riscossione coattiva degli altri tributi comunali.

E’ una delle decisioni prese dal consiglio comunale che nella sua ultima seduta ha votato (20 i voti a favore e 7 le astensioni) una delibera in tal senso proposta dall’assessore al bilancio Vittorio Piacenti D’Ubaldi.

La delibera, in precedenza già approvata dalla giunta, prevede poi di dare mandato al dirigente di settore di avviare le procedure per bandire una gara ad evidenza pubblica per l’affidamento del servizio di riscossione ordinaria dei tributi minori del Comune in precedenza affidati ad Ica e, nelle more dell’espletamento delle procedure di gara, di dare mandato al dirigente di prorogare il contratto con Ica, comunque non oltre il 30 giugno 2015.

Sull’atto proposto dalla giunta erano stati presentati due emendamenti, uno illustrato da Valdimiro Orsini (con un subemendamento) approvato con 24 sì, un contrario e tre astenuti e uno illustrato da Renato Bartolini, respinto con 4 sì 19 contrari, 3 astenuti. Approvato inoltre, all’unanimità, un atto d’indirizzo con il quale si chiede al sindaco di riferire al consiglio comunale ogni quattro mesi sull’andamento della riscossione.

Con l’emendamento illustrato da Orsini è stato aggiunto un punto alla delibera, con il quale il Comune assume l’obiettivo di procedere in tempi brevi alla reinternalizzazione delle attività di accertamento e riscossione in via ordinaria dei tributi minori. Inoltre l’emendamento specifica il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa per la gara.