Il Tar del Lazio ha accolto il ricorso presentato dall’Anci Umbria, insieme all’Anci delle regioni  Liguria, Veneto ed Abruzzo, contro il decreto interministeriale, del 28 novembre scorso, che prevedeva l’esclusione dei terreni agricoli sotto i 600 mt di altitudine dalla esenzione dell’Imu.

Una sentenza, quella del Tribunale amministrativo del Lazio, accolta con grande soddisfazione tra i rappresentanti dell’associazione dei Comuni Italiani.

Con l’accoglimento del ricorso, saranno così esenti dal pagamento dell’Imu anche i terreni agricoli che si trovano al di sotto dei 600 metri di altitudine.