Sono rivolti soprattutto ai giovani in cerca di lavoro, ma anche a tutti gli amanti della cucina, gli oltre 30 i percorsi formativi legati ai settori del food, della ristorazione e bar, attivati dall’Università dei Sapori in provincia di Terni. Il programma delle attività, che comprendono i corsi di qualifica e a catalogo, percorsi di specializzazione utili all’inserimento lavorativo e corsi amatoriali legati al brand “Cuochi a puntino”, sono stati presentati in una conferenza stampa a palazzo Bazzani. Nel dettaglio sono 6 i percorsi orientativi e formativi, della durata di mille ore, riservati a giovani fino a 18 anni, per un totale di circa 100 allievi, per “operatore della ristorazione” finanziati dalla Provincia, realizzati nelle sedi di Narni ed Orvieto. Rivolti invece all’inserimento di soggetti svantaggiati nel

mercato del lavoro sono i corsi di cuoco, pasticcere e barman della durata massima di 470 ore con stage rivolti a coloro che hanno già conseguito una qualifica nei settori ristorazione e gastronomia, riservati a giovani dai 18 ai 25 anni. Dodici inoltre i corsi a catalogo dell’offerta formativa regionale che possono essere frequentati anche attraverso l’utilizzo di buoni fino a 4.000 euro nell’ambito del Piano garanzia giovani dedicati a tutti i giovani tra i 19 e i 29 anni che non lavorano e non frequentano corsi di istruzione o formazione. L’offerta formativa dell’Università dei Sapori comprende poi i corsi di aiuto cuoco e cuoco, oltre ai corsi amatoriali che prenderanno il via in prossimità delle feste natalizie.