Un incontro dedicato al tema dell’efficientamento energetico del Comune di Narni è stato organizzato, nei giorni scorsi, per facilitare la partecipazione e la condivisione dei contenuti del PAES di Narni (Piano di Azione per l’Energia Sostenibile) nell’ambito del Patto dei Sindaci europeo. Il Patto dei Sindaci è un’iniziativa per cui le autorità locali si impegnano volontariamente a ridurre le emissioni di anidrite carbonica nel proprio territorio oltre l’obiettivo del 20% entro il 2020 e rappresenta il principale movimento europeo per contrastare i cambiamenti climatici. Il Comune di Narni, affiancato da Alleanza con il Clima e Legambiente Umbria, ha avviato l’attività di raccolta dati per il monitoraggio del territorio e sta lavorando da quasi un anno per coinvolgere la cittadinanza in questo percorso di riduzione. Gli assessori comunali all’Ambiente Alfonso Morelli e allo Sviluppo Economico Marco De Arcangelis hanno convocato l’incontro anche a seguito della recente presentazione del disegno di legge regionale che mira a migliorare le prestazioni energetiche degli edifici e degli impianti di climatizzazione e la qualità dell’aria, che conterà sulle risorse dell’asse Energia del POR FESR 2014/2020 per circa 30 milioni di euro. Si tratta della prima legge umbra volta a ridurre le emissioni di “gas serra” ed incrementare l’efficienza energetica. Un progetto ambizioso ed innovativo, quindi, non solo in relazione agli obiettivi, ma anche per quanto riguarda la modalità operativa volta mettere in rete e in relazione esigenze e competenze locali. Le modalità inclusive – hanno sottolineato più volte gli Assessori – sono l’elemento innovativo di questo progetto, che acquista tanto più senso quanto più si riesce a portarlo avanti con tutta la cittadinanza narnese.